Prodotti e soluzioni per la digestione chimica

Per la preparazione del campione nel laboratorio

La digestione chimica è una procedura standard, che viene utilizzata principalmente per la preparazione del campione di un'ampia varietà di metodi analitici. Il principio di base della digestione è la distruzione ossidativa della matrice del campione al fine di dissolvere la sostanza da determinare per la successiva analisi. A questo scopo, i campioni vengono solitamente portati all'ebollizione con un acido ad alta temperatura.

La digestione chimica è spesso utilizzata nella preparazione dei campioni per i metodi di determinazione spettrometrica/analisi elementare, ad esempio per ICP-OES, ICP-MS o AAS. I metodi standard nell'analisi ambientale sono la digestione ad acqua regia per l'analisi di campioni di minerali e di suolo o la determinazione della domanda chimica di ossigeno (COD) nelle acque reflue. Nell'industria alimentare, gli apparecchi di digestione sono utilizzati nell'analisi Kjeldahl per determinare il contenuto di azoto e proteine nei prodotti alimentari o per la preparazione del campione per la determinazione del cianuro, ad esempio nelle mandorle o nella frutta secca.

Con le apparecchiature di digestione classiche, per la mineralizzazione acida vengono utilizzati banchi di riscaldamento e palloni da laboratorio (ad esempio i palloni di Kjeldahl), il che rende l'applicazione molto dispendiosa in termini di tempo e richiede personale di laboratorio con elevata esperienza. Con la moderna strumentazione, il processo è notevolmente semplificato, standardizzato e reso molto più sicuro. L'intero processo di mineralizzazione avviene in un sistema chiuso e funziona in modo completamente automatico. I mineralizzatori a blocco sono particolarmente adatti a gestire elevati numeri di campioni; possono digerire fino a 40 campioni contemporaneamente. Un'alternativa è la mineralizzazione ad infrarossi. Grazie al trasferimento diretto di calore, i campioni vengono riscaldati più rapidamente e il processo è più veloce. Questo permette una maggiore flessibilità operativa ed analitica.